Ultima modifica: 12 ottobre 2018

Invito a teatro

Invito a teatro

Un progetto integrato

Invito a teatro” è parte del più ampio Progetto “Theatralia Quadri”, che intende integrare il “fare teatro”, proprio del Laboratorio teatrale, con la promozione della cultura teatrale nel senso più esteso, attraverso le attività scolastiche di teatro in lingua originale e la partecipazione serale a eventi promossi dai teatri della città di Vicenza.

In particolare, il progetto “Invito a teatro” intende coinvolgere sia gli studenti e le loro famiglie, sia il personale della scuola (docenti e ATA), invitandoli a partecipare, con un costo ridotto, ad alcuni eventi teatrali, musicali e di danza selezionati.

 

 

Gli eventi scelti

Per l’a.s. 2018-2019 sono stati scelti i seguenti eventi presso il Teatro Comunale di Vicenza:

data ore   evento interpreti
ven 11 gennaio 20.45 teatro Giocando con Orlando con Stefano Accorsi
sab 16 febbraio 17.00 danza Alice… Alice… Alice

(Anteprima mondiale)

Momix Dance Company
merc 20 marzo 20.45 teatro Sogno di una notte di mezza estate con Violante Placido
giov 4 aprile 20.45 concerto sinfonico Mozart, Haydn, Brahms Orchestra del Teatro Olimpico

 

Per il Liceo Quadri sono stati riservati al Teatro Comunale n. 80 posti per ciascun spettacolo.

 

Modalità e di prenotazione e pagamento

La prenotazione avverrà secondo le seguenti priorità:

  • dal 11/10 al 11/11 sarà possibile prenotare la QuadriDramaCard, ossia l’intero pacchetto dei 4 spettacoli;
  • dal 12/11 al 30/11, se vi saranno ancora posti disponibili, sarà possibile prenotare i singoli spettacoli (tranne i Momix)

La prenotazione dovrà avvenire secondo le seguenti modalità:

  1. compilare il modulo di prenotazione indicato nei seguenti link (i link verranno attivati nelle date sopra indicate)

 QuadriDramaCard

Singoli spettacoli: [link disponibile dal 12/11]

  1. ricevuta via mail la conferma della prenotazione, sarà necessario effettuare entro due giorni il bonifico al seguente C/C del Liceo:

IBAN  IT 03 U020 0811 8200 0010 4090 823

indicando come causale:

  • QuadriDramaCard

oppure

  • spettacolo/i+CognomeNome+classe+numero di posti prenotati

(Esempio: Giocando con Orlando Rossi Mario1ASA n.2)

 

  1. inviare al seguente indirizzo invitoateatro@liceoquadri.it una mail di conferma della prenotazione e del pagamento, allegando la ricevuta del bonifico effettuato e specificando il nome del richiedente, la classe, il numero di posti prenotati.

Costi

Il costo del pacchetto QuadriDramaCard è di 50 euro.

I singoli spettacoli costano 10 euro ciascuno (tranne i Momix, esclusi dalla singola prenotazione).

 

Consegna dei biglietti

I biglietti verranno consegnati nei giorni 13-14-15 dicembre.

Seguiranno per gli interessati indicazioni per il ritiro a scuola.

 

Incontri a teatro

Per favorire un approccio critico ai singoli eventi, ci sarà la possibilità di partecipare ad un incontro con critici prima dello spettacolo, alle 20.00 presso il Teatro Comunale.

 

Breve descrizione degli eventi

 

Giocando con Orlando

 

tracce, memorie, letture da Orlando furioso
di Ludovico Ariosto

 

con Stefano Accorsi

 

adattamento teatrale e regia di Marco Baliani

 

Attore cinematografico e teatrale amato da pubblico e critica, Stefano Accorsi si cimenta con l’Orlando furioso di Ludovico Ariosto, cavalcando il tema oneroso dell’amore e delle sue declinazioni: amore perso, sfortunato, vincente, doloroso. Alternando alle ottave originali di Ariosto quelle un po’ più prosaiche di Baliani, Accorsi intende restituire al pubblico tutta la straordinaria ironia e modernità del poema cinquecentesco. Un’esperienza unica che ci farà riscoprire la straordinaria forza di uno dei grandi capolavori della letteratura italiana.

Incontro a teatro: venerdì 11 gennaio alle ore 20, condotto da Caterina Barone, giornalista del Corriere del Veneto e docente all’Università di Padova.

 

 

Alice…..Alice…..Alice

(anteprima mondiale)

 

Momix Dance Company

 

direttore artistico

Moses Pendleton

 

L’ultimo lavoro di Moses Pendleton, direttore artistico dei Momix, è ispirato al mondo fantasmagorico di Alice nel Paese delle Meraviglie, un racconto conosciuto nel mondo da bambini e adulti, grazie alla sua vivida fantasia e all’imprevedibile cast di personaggi di contorno, dal coniglio bianco al cappellaio matto fino all’ implacabile regina di cuori.

Cosa faranno i Momix di tutto questo? Se lo chiede anche Pendleton. Una cosa è certa: il coreografo più immaginifico del mondo della danza ha scelto di infilarsi nella tana del coniglio per far scoprire al suo pubblico un mondo magico dove il corpo umano si trasforma, e niente è ciò che appare.

Incontro a teatro: sabato 16 febbraio, alle ore 20.00, condotto da Nicoletta Martelletto, giornalista de Il Giornale di Vicenza.

 

Sogno di una notte di mezza estate

 

di William Shakespeare

 

con

Stefano Fresi

Violante Placido

Paolo Ruffini

 

adattamento e regia Massimiliano Bruno

 

Il Sogno di una notte di mezza estate di William Shakespeare è un vero e proprio teorema sull’amore ma anche sul nonsense della vita degli uomini che si rincorrono e che si affannano per amarsi, che si innamorano e si desiderano senza spiegazioni, che si incontrano per una serie di casualità di cui non sono padroni.

 

Incontro a teatro: mercoledì 20 marzo, alle ore 20.00, condotto da Antonio Di Lorenzo, giornalista.

Mozart, Haydn, Brahms

 

Concerto sinfonico

 

Orchestra del Teatro Olimpico

 

direttore

Gábor Takács-Nagy 

 

Mozart Sinfonia n. 32 in Sol maggiore K 318

Haydn Sinfonia n. 90 in Do maggiore Hob:I:90

Brahms Sinfonia n. 1 in Do minore op. 68

 

Gábor Takács-Nagy. Direttore principale della Manchester Camerata, Direttore ospite della Budapest Festival Orchestra, Direttore musicale dell’Orchestra del Festival di Verbier e membro onorario della Royal Academy di Londra, il direttore ungherese Gábor Takács-Nagy ha accettato l’invito di chiudere la stagione della OTO. Dopo una “ouverture” mozartiana (la piccola Sinfonia n. 32, forse scritta come introduzione all’opera “Zaide”), la serata prende corpo con la Sinfonia 90 di Haydn (sapiente mix fra stile sinfonico e concertante) e soprattutto con la numero 1 di Brahms, che costò al suo autore 20 anni di travagliati ripensamenti.

 

 

Docente referente

Flavio Apolloni