Ultima modifica: 15 novembre 2017

Theatralia

THEATRALIA

Theatralia Quadri raccoglie l’attività del “Quadri” relativa al teatro.

E’ composto di tre progetti:

  • Laboratorio teatrale Bolle Accidentali 
  • Talks and plays
  • Invito a teatro

Laboratorio teatrale Bolle Accidentali 

Il Laboratorio, che vanta alcuni anni di attività ed eccellenti risultati ottenuti in sede locale e nazionale, ha come obiettivi:

  • confrontarsi con se stessi, con la propria interiorità, col passato e col futuro, con le proprie abilità e consapevolezze, e con i propri limiti
  • affrontare le dinamiche del gruppo, la relazione con l’altro, con ciò che è simile e ciò che è diverso da noi.
  • sapersi misurare con la scrittura scenic
  • realizzare la rappresentazione scenica di un testo teatrale prodotto dagli studenti
  • saper produrre una lettura espressiva di testi letterari

Un laboratorio teatrale può diventare un’occasione di crescita e scambio solo se ha come obiettivo quello di dare voce ai ragazzi, fornendo loro degli strumenti tecnici e un modo di pensare critico. Lo scopo non è quello di creare attori o performer, ma piuttosto quello di formare cittadini responsabili, critici, attivi; potremmo dire attori civili, che imparino a guardare al proprio tempo e al proprio agire con consapevolezza e disponibilità.

Giuidato dalla prof.ssa Zin e dal prof. Apolloni, si avvale della collaborazione di Alessandro Sanmartin (Associazione culturale Livello 4, Valdagno).


Invito a teatro
Il progetto mira a sviluppare una cultura di teatro classico e contemporaneo partecipando in orario serale o extrascolastico alle migliori rappresentazioni proposte nel territorio, in particolare alle rappresentazioni che comportano un approfondimento della didattica disciplinare.

Attraverso il teatro i giovani si possono interrogare su realtà passate e presenti, su responsabilità individuali e collettive, sul senso di essere al mondo.

La ricaduta educativa della partecipazione a spettacoli teatrali consiste nell’apprendimento di opere classiche e contemporanee delle letture occidentali, nella riflessione su tematiche di interesse culturale e di crescita personale, nell’esperienza di rappresentazione non virtuale e mediata di personaggi, situazioni, emozioni: è un’esperienza che coinvolgendo l’aspetto emotivo favorisce la riflessione e lo sviluppo di un’identità personale e collettiva consapevole.

Le proposte per il corrente anno scolastico

Responsabile proff. Apolloni e Zanesco



Talks and plays

Il progetto è finalizzato a migliorare le capacità di:

  • comprendere un testo scritto (skimming, scanning), ed eventualmente produrre un testo scritto in lingua straniera (summary, analysis, comment) studiando i testi e svolgendo le attività proposte dall’insegnante e dagli esperti;
  • differenziare le caratteristiche peculiari della lingua scritta e di quella orale, nonché registri stilistici;
  • analizzare e discutere i temi pluridisciplinari affrontati in lingua straniera (soprattutto per il triennio);
  • argomentare in lingua straniera e collegare i temi alle altre discipline/alla propria realtà/alle letture e alle conoscenze personali;
  • motivare gli studenti allo studio della  lingua straniera tramite attività coinvolgenti che li rendano consapevoli delle loro potenzialità  e delle loro capacità

Esso si articola nelle seguenti attività:

  • Attivare una situazione “reale” in cui gli studenti possano utilizzare le loro competenze comunicative
  • Avvicinare gli studenti alla conoscenza del teatro e delle sue peculiarità comunicati
  • Migliorare la conoscenza degli autori e dei periodi studiati
  • Sviluppare i nuclei tematici scelti nei diversi consigli di classe
  • Permettere di elaborare percorsi interdisciplinari tramite riferimenti alle altre discipline
  • Sottolineare i fondamenti della cultura e tradizione europea, caratteristica essenziale dei licei
  • Favorire il progetto CLIL, sopratutto nelle classi quinte

 

Il progetto si collega alla attività di English in action, svolta da anni nella nostra scuola

Responsabile del progetto proff. Zanesco e Zin

 


Il video dello spettacolo 2013 Pazzo, io…?