Liceo scientifico "G.B.Quadri" > I servizi > Bullismo e cyberbullismo
Ultima modifica: 31 dicembre 2017

Bullismo e cyberbullismo

BULLISMO E CYBERBULLISMO

Bullismo come violazione dei diritti umani

Nel maggio 1996, a Ginevra, durante l’assemblea mondiale della Sanità viene adottata la risoluzione WHO 49.25, che dichiara come la violenza sia un problema di salute pubblica di fondamentale importanza e in progressiva espansione in tutto il mondo.

Attraverso studi e ricerche di settore si evidenzia che nel contesto scolastico il fenomeno del bullismo rappresenta la forma di violenza più diffusa tra i bambini e i giovani (WHO 2014).

Il bullismo è una violazione dei diritti umani, come sancito dalla Convenzione ONU dei Diritti del Fanciullo (1989) incluso il diritto di un bambino o di un adolescente all’educazione e a crescere in un ambiente sereno e sicuro (Greene,2006).

“Bullying leaves a long-lasting blight on children’s lives, and has irreversible consequences on their development and their opportunities to thrive later in life. But this is not a fate! The movement to ensure the realization of children’s rights and to overcome passivity or indifference when violence occurs is growing. Through enhanced cooperation, and with serious investment in proven strategies for violence prevention, bullying can become part of the distant past.”                       (Marta Santos Pais – Speciale rappresentante ONU per la violenza contro i bambini – N. York, 2016)


1.   Definizioni  

Il Bullismo è un comportamento aggressivo intenzionale, basato su uno squilibrio di potere tra attori e vittime; è caratterizzato da persistenza nel tempo e spesso la vittima non riesce a

difendersi facilmente.

Il Cyberbullismo è un comportamento aggressivo intenzionale messo in atto da un individuo o un gruppo di persone, utilizzando mezzi telematici nei confronti di una persona che non può difendersi facilmente.


2. Protocollo anti-bullismo e cyberbullismo del Liceo Quadri

Il protocollo antibullismo e cyberbullismo al Quadri


 3. Segnalazioni di atti di bullismo/cyberbullismo

Da parte della vittima o di chi ne sia a conoscenza rivolgersi all’indirizzo bullismo@liceoquadri.it


4. Attività di prevenzione

Nel corrente anno scolastico sono attivate le seguenti misure:

  • Individuazione docente referente (prof. Lorella Saccuman);
  • Costituzione di un gruppo di riferimento per lo svolgimento delle attività e l’analisi di eventuali situazioni di criticità in stretta relazione con il Dirigente scolastico (proff. Saccuman, Cristofaro, Mannoni, Salvetti, Tonini) cui si affiancheranno i Peer come punto di osservazione e di percezione dei segnali di disagio;
  • Stesura di un protocollo anti-bullismo e cyberbullismo di istituto (prof. Elisabetta Tonini e prof. Lorella Saccuman);
  • Apertura di una casella di posta elettronica dedicata (bullismo@liceoquadri.it) per eventuali segnalazioni di episodi o di casi problematici legati al bullismo;
  • Formazione dei Peer Educators delle classi quinte per un intervento tra pari nelle proprie classi e nelle classi seconde (prof. Saccuman lorella ed esperti esterni);
  • Indagine statistico-conoscitiva tra gli studenti delle classi prime e terze sulla presenza del fenomeno bullismo al Quadri (prof. Mannoni Alessandro);
  • Intervento giuridico-informativo a carattere curricolare per le classi del biennio LES (prof. Elisabetta Tonini);
  • Esperienza di scrittura di testi collettivi multimediali sviluppati all’interno di una pagina facebook (Bla bla book) e proposti ad un pubblico ristretto, su richiesta, nella formula del teatro forum (prof. Salvetti Stefano);
  • Corso per genitori, docenti e studenti sulla sicurezza on line (IT Security) per raggiungere competenze utili ad affrontare minacce telematiche al fine di navigare in sicurezza per proteggere se stessi e i propri dati (prof. Domenico Cristofaro)

 Il manifesto della comunicazione non ostile

Questo progetto mira a dettare alcune regole semplici e chiare per una comunicazione digitale non offensiva, corretta e civile (http://www.paroleostili.com/)

Si possono scaricare qui:

Il manifesto

I dati dell’Osservatorio Giovani dell’Istituto Toniolo su “Diffusione, uso, insidie dei social network

Il video che presenta il manifesto

Il kit per i docenti che volessero usare il manifesto in classe

 


5. Documenti:

  • Bibliografia:
  1. Menesini, A. Nocentini, B. Palladin, Prevenire e contrastare il bullismo e cyberbullismo, ed. Il Mulino, ottobre 2017

 

 


Docente referente

Prof.ssa Lorella Saccuman